Narrativa e letteratura araba contemporanea

Sito personale di Federica Pistono

Torna all'indice

'L'amante segreto' di Shakir al-Shuqayr

Pubblicato nel 1900, il romanzo e' ambientato nella Francia del diciottesimo secolo, epoca in cui l'Egitto era controllato dalle milizie francesi e gli Egiziani erano sotto l'influenza artistico-letteraria di philosophes come Voltaire, Montesquieu e Rousseau.

Tra gli sfarzi di Parigi, la trama si snoda attorno alla bellissima principessa Mudayna e ai suoi amici e corteggiatori. Rapita da un uomo, che si rivelerà uno dei suoi più crudeli spasimanti, riesce a fuggire grazie all'aiuto di un uomo misterioso che, in seguito, la corteggerà da vero gentiluomo, ma senza mai rivelare la propria identità . L'unico altro personaggio della storia a conoscenza dell'esistenza di un amante segreto nella vita della principessa e' la sua amica e confidente Kamila.

Gli altri personaggi sono semplici comparse nella vita mondana della ragazza, eccetto il Principe La Tourier, follemente innamorato di lei. Dopo varie peripezie, duelli mortali, intrighi e inconfessabili segreti per scoprire la verità sull'amante segreto, sara' quest'ultimo a rivelare a Mudayna la sua vera storia. Figlio di un nobile bretone, era stato affidato ancora infante a due contadini. Solo per caso, già grande, viene a conoscenza delle sue origini e, in un momento di sconforto, tenta di togliersi la vita. Salvato da un medico di passaggio, scoprirà proprio grazie a lui il suo vero nome, e il fatto di essere erede di una fortuna finita in mano del cugino, che lo accuserà di falso e lo farà finire in prigione. Riesce a evadere e vive nascosto fino all'epilogo delle vicende dei due amanti.

L'autore utilizza un tono colloquiale e predilige l'uso del discorso diretto. La narrazione segue, a grandi linee, sempre gli stessi personaggi, i quali, a loro volta, intrecciano altre storie intriganti.

Particolare e' l'uso di nomi propri arabi ( Mudayna, Kamila, Babina, Gianlis), pur essendo il romanzo ambientato in Francia e i personaggi e le abitudini occidentali, in una sorta di legame Oriente-Occidente.

Viviana Isernia